Cosa si potrebbe ancora inventare?

iRiparo > Blog  > Smartphone  > Cosa si potrebbe ancora inventare?

Cosa si potrebbe ancora inventare?

Ormai si è capito da vari anni che la tecnologia sta facendo passi da gigante. Basta solo pensare al mercato degli smartphone, impronta digitale, riconoscimento del volto, scanner dell’iride, schermi curvi.. Tutto troppo bello, troppo comodo, ma a pensarci bene… cosa possono ancora implementare le aziende, sui propri prodotti? Cosa manca per dare quel profumo di nuovo nel mercato tecnologico? Cosa riserva il futuro per noi? Omai c’è una puzza di monotonia nell’aria, tutti i telefoni sono grandi e sottili, tutti i telefoni sono veloci.. tutto si basa banalmente sui gusti o sulle simpatie per il marchio dell’individuo “compratore”. 40 anni fa non si sarebbe mai pensato di arrivare a questi livelli, ma ora? Tutto ci sembra così normale, che a volte risulta noioso, visto e rivisto mille volte. La gente vuole innovazioni, vuole essere stupita. Riusciranno le aziende a soddisfare le esigenze di tutti? La domanda principale è “come?”.
Si potrebbe pensare al discorso di smartphone indossabili, la Samsung già da molti anni ci sta lavorando, ma nessuna risposta nei congressi internazionali. Il progetto già citato in precedenza, potrebbe essere una soluzione al quesito posto prima. Pensate, una serie di schermi modellabili con tanto di processore, risoluzione altissima e degli speaker potenti. Sarebbe davvero molto comodo, andare ovunque e cambiare la forma dello smartphone in base alle esigenze.
Un’altra strada, molto più futuristica, potrebbe riguardare gli ologrammi. L’idea di avere ologrammi interattivi, con il quale l’utente potrebbe fare qualsiasi cosa. Immagini fluttuanti che si possono spostare e ridimensionare a proprio piacimento. A questo punto non si tratterà più di smarphone, perchè saranno dei veri e propri computer tascabili.
Già da tempo è comparsa sul web una foto, che riprendeva un braccialetto a ologrammi. In pratica da un suo sensore usciva un’immagine di una Home Screen. Questo dispositivo potrebbe essere in grado di interagire con un utente semplicemente calcolando la posizione delle dita. Seguendo il movimento di queste ultime e di conseguenza cambiando schermata.
Staremo a vedere. Come sempre i marchi più importanti non ci hanno mai deluso. Speriamo che anche in questa situazione ci stupiscano.

Per altre news visitare anche il sito di iRiparo.com sezione blog.

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Attenzione

avviso