Schermo che si aggiusta da solo?

iRiparo > Blog  > Rumors  > Schermo che si aggiusta da solo?

Schermo che si aggiusta da solo?

Sì, hai letto bene, uno schermo che si aggiusta, ecco la invenzione tecnologica sta arrivando sul mercato, una nuova scoperta che farà fallire molte aziende di pellicole protettive e doppi vetri. Non è ancora sicuro il suo utilizzo, ma ciò che è certo, è che Motorola ha chiesto dei brevetti presso l’USPTO(acronimo di United States Patent and Trademark Office, l’ufficio brevetti statunitense).
Questa azienda ha ideato uno schermo che dovrebbe, in teoria, capire quando possiede delle crepe o rotture e informare l’utente attraverso una notifica. In base alla sua risposta inizierà o meno il processo di riparazione.

Come è possibile?

Il materiale scelto per questo progetto è un vetro con polimero, il quale è capacce di ricordarsi della sua forma originale: da qui deriva l’espressione “effetto memoria”.

Come funziona questo processo e a cosa verrà applicato?

Il processo inizierà scaldando il vetro, la reazione di queste particelle con il calore permetterà di causare uno shock termico, necessario per autoriaparare le crepe, le abrasioni e i graffi.
A quanto pare questo vetro “speciale” è compatibile con la tecnologia touchscreen, quindi una possibile applicazione potrebbe essere quella di sostituire lo schermo (AMOLED o LCD) di un smartphone, con questo autoriparabile. Questa scelta potrebbe essere la più azzeccata, dato che i telefoni sono i soggetti più a rischio di rottura. Il tutto, che a parole è molto bello, semplice e immediato, potrà creare un rialzo dei prezzi notevole.

Il richiamo di questo processo è infinito?

Purtroppo anche questo schermo dopo una serie di riparazioni avrà bisogno di assistenza. Per avere un alto numero di autoriparazioni, bisognerà aspettare ancora molto tempo e richiederà molti test da parte degli sviluppatori.
Speriamo che Motorola e molte altre aziende lavoreranno a lungo su questo progetto, perchè potrebbe essere un vero è proprio cambiamento positivo. Permetterà anche agli smartphone di durare di più nel tempo.

Fonte: www.fastweb.it

Per altre news visitare anche il sito di iRiparo.com sezione blog.

No Comments

Post a Comment

Comment
Name
Email
Website

Attenzione

avviso